Nell’ultimo anno, ho sperimentato nuove nicchie, alcune redditizie altre un pò meno, tutto per guadagnare seriamente su internet, ma anche a scopo didattico per cercare scientificamente come permettere a google di indicizzare un Dominio appena acquisto tra le serp, senza dover attendere settimane.

In realtà, ho trovato una soluzione, abbastanza scientifica che mi permette di includere un blog su un Dominio personalizzato e su un web hosting decente in pochissimo tempo, tutto senza dover ricorrere a trucchi particolari o ad altri sotterfugi, ma utilizzando semplicemente gli strumenti messi a disposizione dal repository di WordPress e da Google stesso.

Cosa Fare su WordPress:

  1. La prima e sicuramente più importante cosa da fare su WordPress, dopo averlo installato sul tuo Dominio e sul tuo hosting è quella di cancellare immediatamente la pagina “Pagina di Esempio” e l’articolo “Ciao Mondo“, altrimenti, posso garantirtelo, saranno i primi ad essere indicizzati.
  2. Se hai creato il tuo blog in una sandbox (a dire il vero anche se non lo hai fatto) è arrivato il momento di pubblicare i tuoi primi articoli, ne bastano un paio, ma se ne hai da scrivere di più che ben venga;
  3. Adesso dovresti installare il plugin  Google XML Sitemap che puoi trovare nella sezione dei plugin gratuiti da wordpress, o installarlo dalla tua bacheca sotto “Plugin->Aggiungi Nuovo”
  4. Scaricalo, installalo e attivalo; per il momento potrai chiudere il tuo blog; ci ritorneremo più tardi.

Utilizzare Google Webmaster Tools:

A questo punto è arrivato il momento di utilizzare google Webmaster tools per includere il tuo nuovo blog su google, e per inviare la sitemap, l’operazione è più semplice a farsi che a dirsi, ma ci proverò lo stesso.

  1. Collegati al sito di Google Webmaster tools e accedi con il tuo account Google, se non  ne hai uno, puoi crearlo gratuitamente ottenendo così anche un indirizzo di posta elettronica Gmail.
  2. Sulla destra c’è un pulsante, anche abbastanza discreto visto che ha lo sfondo rosso che dice “Aggiungi Un sito”, cliccaci su ed inserisci l’indirizzo del sito nel formato www.sito.com, senza inserire http://.
  3. Dopo aver inserito l’url, dovrai verificare la proprietà del sito, potrai farlo caricando via FTP il file che ti fa scaricare google, e cliccando su verifica sito.
  4. Terminata l’operazione precedente, non ti resta che inviare la sitemap, che nel frattempo è stata creata in automatico dal plugin che hai scaricato ed installato sul tuo blog in precedenza.
  5. Per inviare la sitemap, sempre nel google webmaster tools spostati nella sezione “Ottimizzazione” e poi “Sitemap” anche qui un pulsante ti indicherà chiaramente come inserire la sitemap del tuo sito cliccaci su e nel campo di testo che apparirà inserisci “sitemap.xml.gz“.
  6. Se sotto la voce “stato” apparirà “In Attesa” vuol dire che hai fatto tutto bene

Ora ti basterà andarti a fumare un paio di sigarette, farti un caffè o una doccia, e quando tornerai, il tuo blog sarà già su google, comunque controlla digitando l’indirizzo dello stesso sul motore di ricerca.